Se la pietra dicesse: ”non è una pietra che può alzare un muro”… non ci sarebbero le case. -Ancora insieme per Accumoli-

cena accumoliUn movimento culturale altro non è che una sinergia di espressioni artistiche in grado di condividere conoscenze e dare speranza, non solo con strumenti intellettuali, ma anche con quelli estetici.
Perciò l’arte dovrebbe essere vista come una forza in movimento, incapace di essere indifferente ai temi sociali.                                             Noi artisti del Maric, a coronamento di questa sinergia artistica, abbiamo messo a disposizione le nostre risorse creative, per un intento e un pensiero comune, ponendoci come obbiettivo la realizzazione di un progetto connesso con la necessità sociale, proponendoci di intervenire là dove sia presente una forte deprivazione culturale. Il progetto che stiamo promuovendo e di cui ci siamo fatti carico, è la realizzazione di una “Casa della Cultura” nel comune di Accumoli, borgo in provincia di Rieti, fortemente colpito dal terremoto.

Per raggiungere tale scopo la raccolta fondi è solitamente realizzata dal Maric attraverso aste benefiche, allestite con opere donate dagli artisti del movimento. In questi giorni tuttavia la raccolta fondi ha ampliato la sua visione.  Gli artisti poliedrici del Maric hanno infatti inventato una nuova “ricetta”, un nuovo connubio, arte, cibo, spettacolo. Una riunione conviviale che si terrà regolarmente una volta al mese con temi diversi. La prima riunione prevede una cena in cinque atti dove il leitmotiv è l’amore. Una prosa cantata che vede il coordinamento artistico e la rielaborazione testuale di Eleonora Raimondo in arte Ele Raiwordl, intervallata da performances pittoriche dal vivo ad opera dell’artista Giuseppe De Michele,  e da quelle scultoree del maestro Vincenzo Vavuso, anima  e cuore del Maric. I testi poetici di Alfonso Gargano, Teresa D’amico e Rosalia Cozza, saranno interpretati dal giornalista Franco Bruno Vitolo, interprete ed esecutore dei brani. Intermezzi musicali con la Voce di Giusy Mansi e la chitarra di Michele Criscuolo. La prima tappa della cena di beneficenza sarà ospitata nel ristorante il “Cantastorie” di Vietri sul Mare,  in provincia di Salerno, famoso per la cucina locale, che valorizza sapori e prodotti della costiera amalfitana.

Rosalia Cozza

 

locandina maric